Seleziona la tua posizione

Approvvigionamento responsabile di minerali provenienti da aree in conflitto

Non c'è niente di più importante dei nostri valori etici per il successo di Eaton come azienda. Questi principi vengono applicati alle aspettative di Eaton nei confronti dei propri fornitori e della responsabilità comune sulle pratiche di approvvigionamento della filiera.

 

Eaton si impegna a garantire che i propri prodotti non contengano minerali provenienti da aree in conflitto, ovvero minerali fusi in stagno, tantalio, tungsteno e oro provenienti da entità che finanziano direttamente o indirettamente conflitti nella Repubblica Democratica del Congo o in paesi limitrofi. Il Management di Eaton con la supervisione dei dirigenti senior lavora per coinvolgere direttamente la nostra catena di fornitura nelle pratiche di approvvigionamento responsabile.

 

Eaton partecipa ad iniziative multi-stakeholder come la Responsible Minerals Initiative che si concentra sulla promozione della responsabilità e della trasparenza nella catena di fornitura globale. Attraverso queste azioni, Eaton soddisfa e supera le aspettative normative, le aspettative dei clienti e della società ed è un contributore cruciale per il raggiungimento a livello di settore di catene di approvvigionamento minerarie conflict-free.

La politica Eaton sui minerali provenienti da aree in conflitto

Eaton si impegna a garantire che i propri prodotti non contengano "minerali provenienti da aree in conflitto", ovvero minerali fusi in stagno, tantalio, tungsteno e oro provenienti da entità che finanziano direttamente o indirettamente conflitti nella Repubblica Democratica del Congo o in paesi limitrofi.

 

Eaton intende conformarsi pienamente ai requisiti della Sezione 1502 del Dodd-Frank Act, il quale richiede che Eaton effettui operazioni di dovuta diligenza riguardo le fonti di tali minerali e di divulgare i risultati di queste operazioni.

 

Eaton richiede ai suoi fornitori di:

  • Effettuare analisi di dovuta diligenza nelle proprie catene di approvvigionamento per determinare se i prodotti venduti a Eaton contengano stagno, tantalio, tungsteno o oro e nel caso li contengano, se e in che misura tali metalli provengano da fonderie che non supportano conflitti;
  • comunicare a Eaton i risultati delle analisi di dovuta diligenza per permettere all’azienda di soddisfare gli obblighi legislativi e gli obiettivi delle politiche interne, oltre che
  • raggiungere l’obiettivo di essere o diventare un’azienda che "non supporta i conflitti", usando metalli provenienti da fonderie che non supportano i conflitti